Villaggi Puglia: selezione di villaggi Puglia per le tue vacanze nei campeggi e villaggi della Puglia
Villaggi Puglia
Sei in: 

Puglia » Cosa vedere a Monopoli

Cosa vedere a Monopoli

Veduta di Monopoli dal mare

Cenni storici

Il vostro desiderio di conoscere nuovi luoghi e di scoprire località interessanti vi ha portato a Monopoli? Bene, sappiate che questa cittadina pugliese, a circa 40 chilometri da Bari, ha molto da offrirvi e rimarrete soddisfatti per il ricchissimo centro storico, per la gastronomia, per i siti archeologici e per le condizioni meteorologiche. Infatti il suo clima mediterraneo, mitigato dalla vicinanza del Mar Adriatico, rende il comune gradevole tutto l’anno e visitabile anche in estate, magari in un giorno durante le vostre vacanze in Puglia.

La città di Monopoli ha origini antichissime, risalenti all’epoca messapica e gli albori della sua storia ruotano intorno all’importanza, militare prima (I sec. a.C – III sec. d.C) e commerciale poi del porto. Per la sua posizione strategica, è importante crocevia con l’Oriente e proprio durante il periodo delle Crociate medievali ebbe un notevole sviluppo mentre nel 1041 fu anche teatro della battaglia tra Bizantini e Normanni. Nel corso dei secoli conosce la dominazione angioina, poi di Venezia, quindi quella turca, per poi conoscere, dal Seicento in poi, l'egemonia borbonica e infine l’annessione al Regno d’Italia nel 1860.

Architetture di interesse

Le architetture religiose la fanno da padrona qui a Monopoli e rendono il centro storico suggestivo e interessante. Da non perdere sicuramente la Cattedrale dedicata alla Madonna della Madia che, come prima chiesa, sorgeva sui resti di un antico tempio pagano e poi fu ricostruita nel 1742 a causa dello stato dell’edificio. Oggi si presenta con una forte impronta architettonica barocca. Sotto sono conservati i resti della Cattedrale romanica e molti reperti archeologici. Interessante la tradizione della Chiesa di Santa Maria Amalfitana secondo la quale nel 1059 alcuni marinai di Amalfi, sfuggiti a una tempesta, scesero a pregare in una grotta vicino alla scogliera dove erano approdati. Qui essi espressero a dei monaci la volontà di realizzare un santuario per omaggiare la Madonna. Infine, di notevole interesse un sistema di chiese rupestri disseminate in contrade periferiche rispetto al centro urbano, come ad esempio la chiesetta di S. Michele Arcangelo alla quale è legata la festa popolare del Santo, protettore di contrada Virbo.

Monopoli è ricca di reperti archeologici, risalenti all’età preistorica, messapica, romana e medievale, che sono custoditi, come dicevamo, nella Cripta della Cattedrale. Tra i musei segnaliamo il Museo dell’Artiglieria all’aperto - un percorso open air che si snoda tra via Cadorna e il lungomare lungo le mura cinquecentesche dove sono collocate antiche postazioni da fuoco – e il Giardino Botanico “Lama degli Ulivi”, aperto dal lunedì al sabato. Si tratta di tre ettari circa di giardino, sviluppati lungo l’alveo asciutto di un torrente, dove sono conservate più di 3000 specie botaniche e dove fa bella mostra di sé un paesaggio caratterizzato da ulivi, carrube, fichi e altre specie tipiche della Puglia. Da visitare anche il Castello di Carlo V, risalente al periodo cinquecentesco, fortemente voluto dall’Imperatore per motivi difensivi. Ricco di armamenti al suo interno, oggi il Castello accoglie anche molti eventi tra cui mostre di pittura, d’arte contemporanea, presentazioni di libri e incontri culturali.

Cenni sulle tradizioni

Ricchissime sono le tradizioni e le consuetudini arrivate fino ai giorni nostri. Molti riti sono legati alle festività religiose come per esempio la Settimana Santa e le processioni. Molto sentiti sono tra gli altri i festeggiamenti in onore di San Giuseppe: il 19 marzo solenni sono le celebrazioni del Santo protettore di artigiani ed operai e molto singolare è l’accensione dei falò che simboleggia il passaggio dall’inverno alla primavera. A tali pratiche tradizionali si accompagnano anche specialità gastronomiche. Una destinazione di viaggio, dunque, che offre la possibilità anche di una full immersion nella cucina del luogo che vanta prelibati piatti a base di pesce, pasta fatta in casa, focacce con pomodori e olive e molto altro ancora.

Per chi arriva in auto, dall’autostrada A14 in direzione Bari prendere l’uscita e proseguire sulla SS 16 per Brindisi. Per chi arriva in treno, la stazione di Monopoli è servita da linee regionali e intercity. Per chi arriva in aereo, gli aeroporti più vicini (a circa un’ora di macchina) sono l’aeroporto Karol Wojtyla di Bari e l’Aeroporto del Salento di Brindisi. Per chi vuole raggiungere Monopoli in bus le autolinee sono erogate dalla compagnia Sena.